Close

La Scuola Primaria mira all’educazione integrale del bambino. Lo educa ad aprirsi alla realtà con curiosità e stupore, lo introduce alla conoscenza di sé e di quanto lo circonda, attraverso la guida dell’adulto e la compagnia di altri bambini. 

Il progetto educativo ha come fondamento la grande tradizione della Chiesa Cattolica; la continuità educativa con la famiglia; la necessità che il bambino segua i suoi genitori e i suoi insegnanti; la sollecitazione della libertà del bambino; la pazienza e il rispetto, fino al perdono; l’accoglienza di ogni diversità. 

Questo cammino viene sempre progettato tenendo conto delle esigenze proprie dell’età dei bambini coinvolti, delle loro capacità, delle loro potenzialità. Fin dalla sua nascita, la scuola si è concepita aperta a tutti, anche a famiglie di culture e religione diverse: l’unica richiesta è l’adesione al progetto educativo. 

La Scuola Primaria ha 2 sezioni (10 classi). Il collegio docenti è composto dalla Coordinatrice Didattica, da 10 insegnanti prevalenti, dalle insegnanti di sostegno ai disabili e dalle specialiste di educazione musicale, lingua inglese e attività motoria. 

La scuola, recependo le indicazioni nazionali, progetta la propria offerta formativa verso gli alunni con qualche specifica difficoltà di apprendimento in senso inclusivo secondo il Piano Annuale per l’Inclusione (PAI).                                                                                                                                                                                PAI

Le attività extracurricolari pomeridiane, per le famiglie che ne fanno richiesta, sono seguite da personale della scuola. 

Il bacino di utenza comprende i Comuni di Pogliano, Rho e Comuni limitrofi.

Orario

Come è divisa la nostra giornata

L’orario scolastico della Scuola Primaria si articola, dalla seconda settimana di settembre alla prima/seconda di giugno, in cinque mattine obbligatorie dal lunedì al venerdì e 12 sabati di lezione secondo il calendario indicato all’inizio dell’anno scolastico. 


Orario curricolare antimeridiano


OrarioDescrizione
7:45Accoglienza dei bambini che ne fanno richiesta
8:00/8:10Entrata, Inizio Lezioni
13:10Uscita per chi non utilizza mensa e extracurricolari
12:40Uscita Sabato


Orario extracurricolare pomeridiano (lunedì - venerdì)


OrarioDescrizione
13:10Mensa
14:00Seconda Uscita
15:15Terza Uscita
16:30Ultima Uscita

Collegio Docenti

Le nostre insegnanti

Coordinatrice Didattica 

Colombo Raffaella 

Docenti
(di classe, di sostegno e attività extracurricolari) 

Bergo Alessia, Bosio Laura, Brizio Elena, Caputo Marcella, Comandù Francesca, Galimberti Letizia,
Medri Anna Paola, Nucci Laura, Oliva Valentina, Palumbo Silvia, Perna Alessandra, Pianezzola Chiara, Saibene Ana Paula,
Sandonà Alessia, Schepisi Caterina, Soffientini Paola 

Docenti di specialità 

Frasani Daniela (educazione motoria)
Barca Patricia (inglese/lettrice madre lingua)
Lazzati Isabella (inglese)
Monti Oriele Sandra (educazione musicale)




QUALCHE ALTRA INFORMAZIONE

Un accenno alla lingua straniera

Lingua Inglese (vedi PTOF)

A livello squisitamente educativo, l’apprendimento della lingua straniera favorisce nel bambino una flessibilità linguistica e mentale e chiede di rimettere in gioco il proprio desiderio di imparare e la propria capacità di rischiare… 

Per facilitare l’apprendimento della lingua straniera rispettandone al meglio la corretta pronuncia e intonazione, si è affidato l’insegnamento della abilità orale ad una lettrice madrelingua inglese. Per quanto riguarda invece le abilità scritte e le relative riflessioni linguistiche, l’insegnamento è affidato all’insegnante titolare con titolo di studio universitario esperta nella didattica dell’insegnamento della lingua straniera. 

La prima permette un approccio integrale e naturale alla lingua inglese, mentre la seconda permette uno studio graduale analitico delle strutture della lingua. Tutto ciò in assoluta unità: l’una interagisce con l’altra per dare al bambino una visione completa ed unitaria della lingua straniera. Questa unità si evidenzia in una lezione settimanale di “co-teaching” (a partire dalla classe terza) nella quale entrambe le insegnanti lavorano con i bambini.

La Retta

Qualche informazione sulla nostra retta

La retta è calcolata sull’uscita delle ore 13:10

La mensa non è compresa nella retta. 

Non è compresa nella retta l’assistenza pomeridiana dalle ore 13:10 alle 16:30 o le eventuali attività extracurricolari organizzate dall’Istituto (come anche la tradizionale vacanzina, che si tiene ogni due anni, dopo la fine della scuola). 

Sono escluse dalla retta anche le uscite didattiche e il Pellegrinaggio a Roma, che si tiene ogni due anni, in primavera, alternandosi con la vacanzina.

E ancora...

Qualche informazione sulle nostre attività extracurricolari

Assistenza Pomeridiana, Extracurricolari. Su iscrizione. (dal Pof)

L’Istituto Culturale Giuseppe Neri offre, secondo le proprie possibilità, accanto alla Assistenza Pomeridiana, alcune attività Extracurricolari, frutto dell’esperienza pluriennale della scuola. 

Le Extracurricolari possono variare di anno in anno, tranne alcune che rispondono a precisi criteri educativi che si ritengono significativi per la vita della scuola.

L’adesione della famiglia a tutte le proposte pomeridiane, liberamente e responsabilmente offerte dall’Istituto, è a sua volta libera e facoltativa e tale caratteristica ribadisce che la scelta delle ore curricolari obbligatorie del mattino, è adeguata per l’acquisizione delle competenze previste dalle ore curricolari e rispettosa dell’età del bambino. 

Tutte le attività pomeridiane e extracurricolari sono seguite da una o più insegnanti o specialisti.

Una necessaria sottolineatura per la scelta della Assistenza Pomeridiana e delle Extracurricolari (dal Pof)

L’Istituto è una tra le molte agenzie educative dove i bambini possono trovare una risposta adeguata al loro bisogno di amicizia e crescita della propria personalità, nel tempo, sia pomeridiano che di fine anno, che eccede l’orario strettamente scolastico. 

L’Istituto o la scuola non intendono quindi (e neppure possono, per oggettivi limiti strutturali e gestionali) occupare tutti i pomeriggi degli alunni. 

La famiglia stessa, se non ha impedimenti particolari, è il luogo privilegiato dove un bambino può ritrovare, durante il tempo di riposo o vacanza, il rapporto con i propri genitori, fratelli, nonni, parenti o eventualmente con amici fidati del caseggiato, del cortile oppure, ad esempio, dell’oratorio.